Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

PREMIUM STYLE

Pubblicato su da architetto pasquale bonarrigo

Piscine prefabbricate

Si possono differenziare due tipologie di realizzazione: Skimmer o Sfioro. Quest’ultimo richiede l’ausilio di una canaletta perimetrale gettata in opera ed una vasca di compenso per la raccolta dell’acqua pari al 10% del volume totale della piscina. Il sistema a sfioro si differenzia da quello a stimmer sia per qualità , sia a livello estetico.

Sono strutture collaudate ed altamente affidabili, veloci da installare , richiedendo tempi di allestimento relativamente molto brevi. Come x il cemento armato, le piscine prefabbricate possono essere realizzate con sistema a sfioro o stimmer.

“L’ostacolo” principale per la realizzazione , è ovviamente l’ottenimento del permesso edilizio. Purtroppo in Italia, molti comuni fanno un deciso ostruzionismo alla realizzazione di piscine private , a differenza di molti altri paesi Europei ( Francia, spagna , germania ).

ARCHITETTO PASQUALE BONARRIGO

code Technorati GY8C6W3MS4MW

PISCINE PREFABBRICATE (piscine swimming - pool impianti sportivi )
PISCINE PREFABBRICATE (piscine swimming - pool impianti sportivi )
PISCINE PREFABBRICATE (piscine swimming - pool impianti sportivi )
PISCINE PREFABBRICATE (piscine swimming - pool impianti sportivi )
PISCINE PREFABBRICATE (piscine swimming - pool impianti sportivi )
PISCINE PREFABBRICATE (piscine swimming - pool impianti sportivi )
PISCINE PREFABBRICATE (piscine swimming - pool impianti sportivi )
PISCINE PREFABBRICATE (piscine swimming - pool impianti sportivi )
PISCINE PREFABBRICATE (piscine swimming - pool impianti sportivi )
PISCINE PREFABBRICATE (piscine swimming - pool impianti sportivi )
PISCINE PREFABBRICATE (piscine swimming - pool impianti sportivi )
PISCINE PREFABBRICATE (piscine swimming - pool impianti sportivi )

PISCINE PREFABBRICATE (piscine swimming - pool impianti sportivi )

La piscina olimpionica (o olimpica):
è il modello regolamentare di vasca che viene utilizzato nei giochi olimpici e in tutte le maggiori manifestazioni natatorie.
La vasca, come stabilito dalla FINA, deve essere lunga 50 metri e larga 25. È composta da 10 corsie larghe 2,5 metri.
Dai blocchi si effettua il tuffo di partenza, con il quale prende inizio la gara di stile libero, rana e delfino; nel dorso la partenza è in acqua. Sono disposti al centro delle corsie su un lato della vasca, numerati sui quattro lati. La loro altezza varia da 50 a 75 cm rispetto al livello dell'acqua. A 5 m dalla fine della vasca su ambo i lati vengono sospese delle bandierine di forma triangolare ad un'altezza di 1,8 m per facilitare agli atleti la virata nel dorso.

ArKitettura