Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Ristrutturazione Basilica

Pubblicato su da architetto pasquale bonarrigo

La Basilica della Santissima Annunziata a Napoli sorge sui resti di altre due chiese, Santa Lucia e Sant'Antonio Abate, che furono abbattute per far posto alla nascente, più importante Basilica, e che sono ricordate nelle due grandi statue che svettano sulla facciata della chiesa.
Il tempio ha origine angioina e fu eretto nel XIII secolo, riammodernato tra il 1531 e il 1574 ed ha subito successivamente modificazioni altresì in epoca barocca, periodo al quale tuttora risalgono la facciata e l'interno della chiesa.
Fu pesantemente danneggiato nel corso dei bombardamenti del 1943 e riportato agli splendori originari, grazie ad un lungo e paziente intervento di restauro.
La chiesa fa parte di un complesso monumentale che comprende un monastero ed un ospedale pediatrico, che fu attivo fino al '700.
All'esterno possiamo notare la maestosa cupola, insediata su un alto tamburo, che è opera di Domenico Fontana.
L'interno, nel quale prevale l'impronta barocca, è caratterizzato dai segni distintivi della chiesa monastica, con un impianto a croce latina, tipica scelta architettonica contro-riformistica. Esistono cappelle laterali, che si aprono su di un'aula unica, ed un matroneo che sovrasta le cappelle e l'ingresso. Il tutto è ricoperto da un magnifico soffitto a cassettoni, in legno policromo e dorato, che contiene un tesoro dell'arte figurativa barocca napoletana: ciò che rimane delle 39 tele realizzate da Giovan Vincenzo Forli e Filippo Vitale e raffiguranti Scene della vita di Maria. L'opera venne realizzata nel 1591 con il lascito del poeta latino Lucio Paganino.
L'abside è ornato da un coro di legno intarsiato del 1519, affiancato da due monumentali organi, mentre i notevoli altari barocchi, sono arricchiti da opere su tela della metà del '700, provenienti dalla scuola di Francesco Solimena.

Basilica della Santissima Annunziata Maggiore

Basilica della Santissima Annunziata Maggiore